Loreto Aramendi @ Collegiata di SS Pietro e Paolo

di Luigi Bloise (foto)

Venerdì 11 ottobre 2019 presso la Collegiata di SS Pietro e Paolo a Castelnuovo Scrivia (AL), si è esibita all’organo a canne Loreto Aramendi insieme alla figlia Sarah Perarnaud che l’ha accompagnata suonando piccoli strumenti a percussione ed cambio dei registri dell’organo durante alcune esecuzioni.
“Loreto Aramendi è una concertista nota a livello internazionale nonché la principale organista dell’ organo “Cavaillé-Coll” (1863) della Basilica di Santa Maria del Coro a San Sebastian”: questo è quel che si legge nel suo curriculum e al suo attivo ha tenuto numerosi concerti in tutto il mondo, nei luoghi più suggestivi ove lo strumento unitamente alla tecnica, al gusto e all’interpretazione, le hanno dato meritatamente un posto di tutto rispetto nel panorama globale della musica per organo. Un’artista piena di contenuti, timida, ma che fa percepire suonando e lo si capisce anche parlandoci insieme, che ha una conoscenza profonda, non solo nella musica, tant’è che ha conseguito una laurea in psicologia. Sorridente, attenta e divertita durante tutto il concerto, non si è negata al pubblico presente, alzandosi e ringraziando ripetutamente. Alla fine del concerto si è prestata tranquillamente alle classiche foto di rito, insieme alla figlia, che le somiglia moltissimo, sia fisicamente che come gusto musicale.
Il risultato della serata è stato di vero impatto scenico, considerato il patrimonio storico della location, nella quale si sono inseriti suoni di composizioni da Francisco Correa De Arauxo a Hugo Distler passando per Gerolamo Frescobaldi, dove il messaggio è evidente: la musica è un linguaggio dove i componimenti sono racconti che si possono tramandare di generazione in generazione, come testimonianza di un tempo che non deve essere dimenticato, perchè senza questo pezzo di storia musicale, noi, nel bene e nel male, non saremmo quello che siamo.
Ecco la photogallery!




Composizioni profane di Lorenzo Perosi @ Teatro Civico di Tortona

di Luigi Bloise (foto)

Mercoledì 9 ottobre 2019 alle ore 21 presso il Teatro Civico di Tortona si è tenuto per la rassegna “Perosi Festival 2019” un concerto dove sono state eseguite le “Composizioni profane” del noto musicista Lorenzo Perosi. Conosciuto nell’ambiente classico per aver saputo scrivere in modo sacro e liturgico i suoi brani, l’idea di questo spettacolo è stata quella di dare una visione diversa, meno consueta del compositore tortonese.
La risultante è stata di ampio respiro e fascino, che i presenti, non solo melomani, dediti ad un certo tipo di musica che qualcuno può definire vetusta, arcaica o semplicemente vecchia, hanno decisamente apprezzato: le soluzioni musicali intraprese dal Perosi per questo profanismo musicale, nascondono sfumature, fraseggi ed armonie che tutt’oggi vengono riutilizzate in chiave moderna anche nella musica pop.
La cultura classica c’è, è viva e presente, con un riscontro visivo e sonoro: il teatro sold out, la musica corposa ed avvolgente, gli applausi.
Ecco la photogallery!




Fiorella Mannoia @ Teatro Colosseo

di Gianluca Talento (foto)

Sabato 5 ottobre 2019 è salita sul palco del Teatro Colosseo di Torino Fiorella Mannoia. Con la sua classica eleganza e la sua forza interpretativa, ha intrattenuto il pubblico proseguendo il viaggio di “Personale tour”. La sala, sold out, già all’inizio del concerto ha ricevuto tre perle memorabili del repertorio dell’artista romana: “Il peso del coraggio”, “Il senso” e “I treni a vapore”. Come sempre non si è limitata a cantare il suo percorso musicale, ma ha raccontato ogni storia, ballando e sorridendo in modo giocoso nei canzoni più leggere, oppure recitando con forza e determinazione grazie alla sua capiacità interpretativa di attrice nei brani più riflessivi, con le caratteristiche che la contraddistinguono. Una strada percorsa, come uno spaccato di vita, enfatizzata dalla presenza di immagini, scattate dalla stessa Fiorella, restituendo al pubblico gioia e divertimento, ma anche temi su cui ragionare, di come gira il mondo dentro e fuori di noi, dando la sua visione di “Combattente”.
Ecco la photogallery!




Concerto del Cuore @ Teatro degli Arcimboldi

di Fabry C. Stolen Instants (foto)

Domenica 29 settembre 2019 si è svolto presso il Teatro degli Arcimboldi il consueto “Concerto del Cuore”. Lo spettacolo è stato organizzato dal Gruppo San Donato Foundation (GSD Foundation) dedicato alla “Giornata Mondiale del Cuore”, mettendo in evidenza l’importanza della ricerca per sconfiggere le malattie cardiovascolari. Sul palco sono saliti tanti artisti: Arisa, Bianca Atzei, Federica Carta, Paola Iezzi, Enrico Nigiotti, The Kolors e Virginio, con la partecipazione di Max Pezzali.
Media Partner della serata: Radio Italia.
Noi eravamo presenti all’evento.
Ecco la photogallery!

ngg_shortcode_0_placeholder




Vomitory + Infernal Execrator + Sacrilegious Rite + Splattergoat @ DAGDA Live Club

di Fabry C. Stolen Instants (foto)

Sabato 28 settembre 2019 sono saliti sul palco del Dagda Live Club
i Vomitory, noto gruppo death metal svedese fondato nel 1989 dal chitarrista Urban Gustafsson e dal bassista Ronnie Olson.
La band, headliner della serata ha reso il palco esplosivo, “scaldato” in apertura da Infernal Execrator, Sacrilegious Rite e Splattergoat.
Arrivati in Italia per solo due date a settembre, noi c’eravamo a testimoniare l’evento, nel conosciuto locale della provincia pavese.
Ecco la photogallery!

ngg_shortcode_1_placeholder




Drums & Guitars Night @ Asti

di Stefano Introvigne (foto)

Venerdì 20 settembre 2019 si è svolta in piazzale De Andrè ad Asti, nell’ambito della rassegna “Monferrato on stage”, l’evento “Drums & Guitars Night”.

I musicisti che si sono alternati sul palco insieme a Ettore Diliberto e alle Custodie Cautelari sono stati:

  • Chitarristi – Matt Backer (chitarrista di Elton John e Joe Cocker), Stef Burns e Maurizio Solieri (Vasco Rossi), Cesareo (Elio e le Storie Tese), Giacomo Castellano (Gianna Nannini e Piero Pelù), Max Cottafavi (Ligabue), Mario Schilirò (Zucchero), Giuseppe Scarpato (Edoardo Bennato), Andrea Fornili (Stadio) e Luca Colombo (Eros Ramazzotti, Nek e Raf)

  • Batteristi – Adriano Molinari (Zucchero), Roberto Gualdi (PFM), Ivano Zanotti (Ligabue), Alex Polifrone (Enrico Ruggeri e Custodie Cautelari), Robby Pellati (“La banda” di Ligabue) e Luca Martelli (Litfiba).

Con loro anche la presenza della violinista biellese Anais Drago.

A sorpresa la presenza del Maestro Alberto Radius che ha eseguito il brano portato al successo da Battisti e dallo stesso Radius “Insieme a te sto bene”.

I musicisti si sono esibiti alternandosi e avvicendandosi sul palco suonando brani storici del rock.

Si evidenzia a fine della serata che tutti insieme, batteristi e chitarristi, hanno eseguito “Purple Rain” di Prince con una serie di assoli di ogni chitarrista, come saluto al pubblico intervenuto.
Per onorare la presenza del Maestro Radius, la chisura del concerto è avvenuta suonando la mitica “Il tempo di morire” con un coro d’eccezione formato dalle circa duemila persone intervenute all’evento.

I proventi della serata sono andati interamente alle associazioni “Autismo che Fare” e “Anffas Onlus” di Asti. 
Quando la musica oltre a fare bene, può fare del bene.
Ecco la photogallery!

ngg_shortcode_2_placeholder




Orchestra Classica di Alessandria @ Perosi Festival

di Luigi Bloise (foto)

Sabato 21 settembre 2019 è salita sul palco del Teatro Dellepiane di Tortona, per il Perosi Festival, l’Orchestra Classica di Alessandria, diretta magistralmente dal Maestro Andrea Oddone, con un pregevole primo violinista: il Maestro Vittorio Marchese.

E’ stata una serata fantastica: esecutori, pubblico ed emozioni.

Noi c’eravamo, ecco la photogallery!

ngg_shortcode_3_placeholder




Roy Paci @ PEM!

di Elia Cattaneo (foto)

Martedì 17 settembre 2019 è salito sul palco di Parole e Musica in Monferrato Roy Paci. Il trombettista siciliano è stato intervistato magistralmente dal giornalista Enrico Deregibus. Il pubblico numeroso ed entusista ha seguito attentamente il botta e risposta per carpire e capire qualche cosa in più dell’uomo e dell’artista. Non sono mancati i momenti divertenti in cui mettendosi a cantare Roy non si ricordava il testo della canzone “Augusta”. Così si è fatto costruire un gobbo di fortuna scritto sul retro delle locandine del PEM!: tutto ovviamente fatto con professionalità e maestria di chi sa tenere il palco. Tra gli altri brani eseguiti “Malarazza” ed una accattivante versione di “Beautiful like a sunshine”. Musicalmente impeccabile, a livello canoro quasi in stile “buscaglioniano” accompagnato dal pianista Antonio Amabile, mentre alla tromba ed al flicorno, straordinariamente… Roy Paci.
Ecco la photogallery!

ngg_shortcode_4_placeholder




Red Canzian @ Castelnuovo Scrivia

di Paola Dellagiovanna (testo) e Gianluca Talento (foto)

Solidarietà e musica, questa è stata la 21esima giornata “Franca Cassola Pasquali” a Castelnuovo Scrivia che ha visto come ospite quest’anno, sabato 14 settembre sul palco in piazza Vittorio Emanuele II, Red Canzian accompagnato dalla sua meravigliosa band. Uno spettacolo fatto col cuore ma soprattutto con la famiglia, perché ad accompagnare lo storico bassista e cantante dei Pooh nel tour “Testimone del tempo – Le canzoni della nostra vita” ci sono i figli, Phil Mer alla batteria (che partirà in tour fra poco con Francesco Renga) direttore musicale e Chiara che canta, fa i cori, suona l’armonica e il basso. Accanto a loro due grandi musicisti Daniel Bestonzo al pianoforte e Alberto Milani alla chitarra. Le migliaia di persone in piazza hanno cantato e si sono emozionati insieme a Canzian su brani di Little Richard, Pink Floyd, Bob Dylan, Battisti, Tenco, Paoli, The Mamas & the Papas, Elton John. Fra le canzoni di una vita anche brani storici dei Pooh come “Stare senza di te”, “L’aquila e il falco”, “Stai con me”, “Chi fermerà la musica”, “Noi due nel mondo e nell’anima”, “Uomini soli”. Una scaletta che dagli anni Cinquanta arriva ai giorni nostri, con brani a cui Canzian è molto legato e che vuole con questo tour, proporre ai numerosi fans. Attualmente il cantautore è impegnato in due importanti progetti «Sto lavorando a un’opera ambientata nella Venezia del Settecento. Ho appena finito di scriverla e ora è in fase di arrangiamento. Sarà pronta l’anno prossimo. Poi faremo un casting e diventerà un musical. Inoltre sto scrivendo nuove canzoni per un album. Rimango comunque molto legato al pubblico e non riesco a stare lontano dal palco per più di tre o quattro giorni».

ngg_shortcode_5_placeholder




Marina Rei @ PEM!

di Stefano Introvigne (foto) e Gianluca Talento (foto copertina, testo)

Martedì 10 settembre 2019 è salita sul palco del PEM! Marina Rei. Intervistata dal giornalista Enrico Deregibus, ha raccontato la genesi della sua passione musicale, parlando dei genitori che hanno entrambi solcato in modo differente il mondo della musica: il milieu che ha permesso alla cantautrice romana, unitamente al suo gusto personale ed alla sua voglia di fare musica, di diventare quella che noi tutti oggi conosciamo. Il racconto si è articolato in varie fasi, dalle prime band formate, ai primi successi, dalla sua prima partecipazione a Sanremo, fino alle indiscrezioni sul suo ultimo album, attualmente in lavorazione. C’è stato spazio anche per la musica in cui ha eseguito accompagnandosi con la chitarra alcuni brani, aprendo il mini concerto con “Noi”, “Donna che parla in fretta” e chiudendo il live con “Un inverno da baciare”. Dalla serata è uscita fuori la shape di un’artista intelligente, colta, semplice, a tratti divertente e quasi comica, la ragazza della porta accanto che arriva in città col treno e poi quando si fa una certa ora si ferma a parlare ancora un po’, saluta e se ne va: umana nei gesti, divina nella sua vocalità.
Ecco la photogallery!

ngg_shortcode_6_placeholder




Sarah Jane Morris @ Moleto Hill

di Gianluca Talento (foto)

Domenica 8 settembre 2019 è arrivata nel tardo pomeriggio direttamente da Londra con la sua band Sarah Jane Morris insieme a Tony Remy. E’ salita sul palco del Barchiuso per il soundcheck provando alcuni brani. Nonostante il tempo minaccioso, ha raccolto intorno a se tanta gente che ha ascoltato in modo attento e rapito la sua voce calda, graffiante e singolare. A causa del maltempo, il concerto ha avuto un leggero ritardo, ma la cantante di Southampton, con grande professionalità non si è sottratta al suo pubblico. Grazie allo staff del Moleto Hill, il service è riuscito a montare in tempi da record un palco in una location più raccolta e riparata, dove l’artista ha potuto esibirsi. La cantante ha proposto brani soprattuto del suo ultimo progetto “Sweet little mistery” ed alla fine ha fatto salire sul palco a cantare insieme a lei, prima del bis, anche Nick The Nighfly, patron di questa prima edizione della rassegna a Moleto. Tutti i presenti hanno cantato, pure noi fotografi, nonostante il brutto tempo, nonstante i ritardi, nonstante tutto: momenti pieni di gioia, di divertimento, per vivere insieme, stare insieme in compagnia della musica, perchè come ha detto Sarah “Possiamo cambiare le cose, per avere una vita migliore”
Ecco la photogallery!

ngg_shortcode_7_placeholder




Nick The Nightfly @ Moleto Hill

di Gianluca Talento (foto)

Sabato 7 settembre 2019 nella suggestiva cornice del Barchiuso è salito sul palco Nick The Nightfly. Lo show nell’ambito della rassegna “Moleto Hill – Music Arts Fest” ha visto impegnato il “Nick The Nightfly 5tet” con special guest alla batteria Alfredo Golino. Con il concerto “Be YourSelf” incentrato sull’ultimo lavoro dell’artista, noto soprattutto come conduttore radiofonico, Nick ha dato sfoggio ad uno swing, una conoscenza musicale ed una capacità vocale notevoli. Simpatico e gioviale, ha intrattenuto il pubblico con grande energia e phatos creando un’atmosfera unica nel suo genere.
Ecco la photogallery!

ngg_shortcode_8_placeholder

error: Content is protected !!