Irene Grandi @ L’isola in collina

di Gianluca Talento (foto e testo)

Sabato 31 Luglio 2021 alle ore 21.30, nonostostante l’imperversare del brutto tempo (allontanato dalla buona musica ndr), ha preso il via il festival “L’isola in collina” in quel di Ricaldone (AL), che ha aperto i battenti con Irene Grandi. Accompagnata da strepitosi musicisti Fabrizio Morganti (batteria), Piero Spittilli (basso), Max Frignani (chitarra) e dal hammondista di fama internazionale Pippo Guarnera, la cantante fiorentina si è esibita in un concerto molto particolare. Già il nome del tour la dice lunga “Io in blues”. Come giustamente ha ricordato Irene dal palco, lei che con il blues ha incominciato, ha voluto dopo questo lockdown, riaprire tornando alle sue origini, non trovando durante la chiusura pandemica fonti di inspirazione nuove, per prendere comunque nuova forza e nuove energie e ripartire alla grande da questo periodo nero per tutti.
La scaletta è composta di brani artisti internazionali e di cantautori italiani, dagli anni ’60 fino agli anni ’90, riarrangiati tutti in chiave rockblues, anche sue canzoni, tra cui la celeberrima “Lasciala andare”. Il pubblico entusiasta, sempre nel rispetto delle norme anti-Covid ha cantato insieme a Irek la quale alla fine del concerto ha eseguito un paio di brani come bis. “Essendo a Ricaldone”, come ha spiegato la Grandi “per chi non lo sapesse, per chi viene da fuori” sottolinea, “il paese ha dato i natali a Luigi Tenco, quindi non posso non fare un omaggio con Lontano lontano”. Un risultato strepitoso, una cigliegina su una torta che ormai da troppo tempo attendeva di essere gustata ed è forse per questo che Irene non ci è piaciuta come sempre, ma un po’ di più.