Li Bassi @ Officine Ferroviarie

  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
image_pdfimage_print
di Silvia Amato (testo) e Gianluca Talento (foto)

Partecipare al concerto di Li Bassi regala la sensazione di ritrovare un vecchio amico: anche dopo tanto tempo, l’energia e l’emozione sono le stesse, solo amplificate. Così, ecco Daniele Li Bassi (voce, chitarra e ukulele), Marco Lamagna (basso e cori), Claudio Arfinengo (batteria, pad e cori) e Tiziano Di Sansa (piano, tastiera, saxofono e cori) sul palco per fans, amici o semplici curiosi, a chiudere il tour primaverile e celebrarne il successo: su e giù per l’Italia, da Firenze a Milano, qua e là per il Nord-Est, fino alla partecipazione al concerto del Primo Maggio in Piazza Maggiore a Bologna. Sulla pelle e negli occhi ancora tutta l’adrenalina e l’energia che un palco così significativo sa provocare.
Suonare “a casa” rende ugualmente emozionati ed orgogliosi, ma più liberi di sperimentare nuove soluzioni ed arrangiamenti.
I richiami al Funky, al Jazz, le sonorità cubane e flamenche, sapientemente miscelati e dosati dalla band, esaltano di volta in volta le tematiche della vita di tutti i giorni, riuscendo a renderle più riconoscibili e realistiche.
L’amore in tutte le sue sfaccettature, tra sorpresa e speranza (“Il lato giusto”), gelosia e distanza (“Il cuore in sciopero”), ricostruzione e malinconica voglia di rinascita (“Una volta nella vita”), la
precarietà esistenziale, la continua ricerca di se stessi (“La fuga”) e l’azzardo di rimettersi in gioco (“Leggero”).
I testi sono sempre puntuali ed efficaci, l’ironia funziona e fa riflettere sui rapporti e le dinamiche di coppia (“Il cellulare”) e sociali (“La sindrome del salmone”).
La costante è l’Amicizia, raccontata in “Momentaneamente” da un testo lucido e disincantato e impreziosita da sonorità che non ti aspetti: la condivisione, l’intesa e la sinergia che lega tra loro Daniele, Marco, Claudio e Tiziano sul palco e non, quando li ritrovi a sorseggiare una birra o un amaro autoctono, a raccontare e raccontarsi di quanto sia importante Fare Musica…senza smettere di cercare “Il lato giusto”!

Precedente Mario Venuti @ Diavolo Rosso Successivo Dhamm @ Live 23