Massimo Ranieri: “Sogno e son desto…in viaggio”

di Silvia Amato (testo) e Gianluca Talento (foto)

Domenica 09 luglio 2017, ha chiuso l’ottava edizione della rassegna Arena Derthona, il recital “Sogno e son desto…in viaggio”.
Sul palco, il poliedrico Massimo Ranieri, accompagnato da Flavio Mazzocchi (pianoforte), Stefano Indino (tastiera e fisarmonica), Luca Trolli (batteria), Donato Sensini (saxofoni), Max Rosati
(chitarre) e Pierpaolo Ranieri (basso elettrico e contrabbasso).
Così, in un continuo rimando tra passato e presente, musica e poesia, monologhi e barzellette, da Seneca a D’Annunzio, da Neruda a Prezzolini, l’artista ha regalato al pubblico due ore intense di spettacolo, sempre a proprio agio come cantante, ballerino, attore.
Dai suoi grandi classici, “Rose rosse”, “Perdere l’amore”, “Vent’anni”, “Erba di casa mia”, passando per la tradizione napoletana, con “Anema e core”, “Ué ué che femmena”, “Marenariello”, la costante è il racconto di sogni e speranze.
Non sono mancati gli omaggi toccanti agli amici Pino Daniele (“Je so’ pazzo”), Paolo Limiti (“La voce del silenzio”) e Charles Aznavour (“Quello che si dice”).
Premiato a pieno titolo con il Wind Music Award 2017 per i suoi spettacoli live, Massimo Ranieri è in grado di coniugare indubbia capacità vocale ed ottime doti recitative, unite ad una elegante
fisicità, che lo predispone naturalmente a danza, clownerie e mimo; tutto ciò lo porta ad incarnare la quintessenza dell’artista a tutto tondo, per un risultato dall’impatto scenico ed emotivo imponente.

ngg_shortcode_0_placeholder” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

error: Content is protected !!