Presentata edizione 2020 “GruVillage – 105 Music Festival” di Grugliasco

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
image_pdfimage_print
di Paola Dellagiovanna (testo e foto copertina)

Nicolò Fabi, LP e Paul Weller sono solo alcuni degli artisti che saliranno sul palco del “GruVillage – 105 Music Festival” in programma a giugno e luglio nell’arena da 5 mila posti, esterna al “Le Gru” di Grugliasco (Torino) in via Crea 10. La quindicesima edizione presentata a Casa Sanremo durante il festival della canzone, aprirà il 20 giugno con la musica romena dance e pop rock di Inna + Directia 5. Il 23 giugno sarà il turno dei Deftones che tornano in Italia dopo due anni per questa unica data. La band sfida i limiti dei generi musicali, incorporando elementi psichedelici e vicini allo shoegaze in pezzi pieni di rabbia. L’11 luglio salirà sul palco Nicolò Fabi che non ha bisogno di presentazioni, come LP il 13 luglio. La musica elettronica sarà il sottofondo della serata del 14 luglio che vedrà esibirsi i Rüfüs Du Sol con special guest HolyU and Mariatti. Il 20 luglio l’Arena verde di “GruVillage 105 Music Festival” ospiterà i newyorkesi Postmodern Jukebox collettivo creato nel 2009 da Scott Bradlee. Il 21 luglio sarà il turno di Fantastic Negrito e del sound Blues, R&B, soul e Roots rock. Se 49 tra i più importanti festival del mondo lo hanno voluto nella loro line up solamente nel 2019, un motivo c’è, Lost Frequencies è il re dei dj set che si esibirà per il pubblico del “GruVillage” il 24 luglio. Il cantautore, chitarrista e compositore inglese Paul Weller arriva per la prima volta al “GruVillage” il 28 luglio per un concerto imperdibile. Dopo gli esordi nel 1977 con i Jam e gli anni degli Style Council, con cui ha esplorato i confini dell’acid jazz, Weller ha intrapreso una carriera solista fatta di grandi successi. Quello che caratterizza il Festival è la possibilità di ascoltare grandi concerti a piccoli prezzi. I biglietti di tutti i concerti sono acquistabili su TicketOne. Nuove date saranno presentate man mano che si avvicineranno i mesi estivi.

Durante la conferenza stampa tenutasi a Casa Sanremo, gli organizzatori hanno presentato questa eccezionale edizione del Music Festival:

Vincenzo Russolino patron Casa Sanremo «È raro, forse folle, poter pensare di organizzare un Festival come “GruVillage” che vive grazie anche a Radio 105, partner che dato una grande spinta alla manifestazione. La collaborazione con gli amici Felice Gai e Davide Rossi è importante. Andrò ad ascoltare la buona musica proposta. Ringrazio la squadra con cui lavoro che mi emoziona ogni giorno».

Felice Gai presidente Consorzio Esercenti «GruVillage è un vestito che ho voluto indossare questa estate in modo importante. Una manifestazione in cui è possibile divertirsi ascoltando buona musica, con una line up diversificata che attira ogni fascia di pubblico. Un momento di festa a cielo aperto. Forse quest’anno arriveremo a 20 date, alcune ancora top secret. Non dobbiamo dimenticare il successo raccolto negli ultimi anni da “GruVillage Arte”. Per questa edizione l’artista Donato Sansone è riuscito a dare un significato nella raffigurazione “The party” che ci rappresenta molto. La macchina del Festival è composta da tante eccezionali persone che lavorano tutto l’anno. Ringrazio tutti anche quelli che rimangono dietro le quinte».

Davide rossi direttore di Le Gru e del GruVillage «Un grande Festival, un unicum organizzato da commercianti. Grandi concerti anche quest’anno come l’unica data italiana dei Deftones. Poi Fabi complice l’uscita del nuovo album e tour invernale. Poi LP e Rüfüs Du Sol, gli eccezionali Postmodern Jukebox eccezionale, Fantastic Negrito e l’eccezionale Paul Weller. A caratterizzare questo Festival sono tre piccoli pilastri: l’apertura a tutti (anche ai disabili con area dedicata); la collaborazione con i produttori del territorio; l’accoglienza del pubblico sempre unica ed eccezionale.  

Precedente Break Free @ Teatro Alessandrino Successivo DEPECHE MODE: esce venerdì 27 marzo per la prima volta in versione DVD e Blu-Ray il rivoluzionario documentario "SPiRiTS IN THE FOREST"