Press Conference Ana Mena, Giusy Ferreri, Emma Marrone

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
image_pdfimage_print

Di Stefano Introvigne

Nell’ambito della 72^ edizione del Festival di Sanremo  che a causa della pandemia anche quest’anno ha dovuto subire alcune restrizioni, noi di Sonografia.info abbiamo avuto la possibilità di incontrare tre cantanti in gara.

Si è trattato di Ana Mena, Giusy Ferreri e Emma Marrone insieme a Francesca Michielin. Grazie a “Parole e dintorni” l’Agenzia di Comunicazione con la quale Sonografia.info ha costruito nel tempo una grande e fattiva collaborazione, abbiamo potuto partecipare alle rispettive conferenze stampa, tenute in maniera “virtuale” via Zoom, proprio a causa delle limitazioni dovute al Covid-19.

Le artiste hanno parlato dei rispettivi brani portati in gara al festival e di come hanno vissuto l’esperienza sul palco dell’Ariston.

Ana Mena

La giovane cantante ed attrice spagnola, nota al grande pubblico italiano per alcune collaborazioni musicali con Fred De Palma, Federico Rossi e Rocco Hunt, ha parlato di come sia stata per lei una grandissima emozione salire sul palco del Festival di Sanremo. Manifestazione che seguiva fin da bambina con la famiglia e che sognava di poter vivere in prima persona fina da allora. L’esperienza insieme a Rocco Hunt, tra gli altri autore del suo brano in gara al Festival “Duecentomila ore”, le ha dato la possibilità di realizzare questo suo grande sogno e spera che la 72^ edizione sia  per lei la prima di tante. Ana rivela di avere due progetti in parallelo, un disco in italiano e uno in spagnolo e spera che possano vedere la luce nel 2022.

Giusy Ferreri

La cantante milanese sale per la quarta volta sul prestigioso palco. Lo fa con il brano “Miele”, che racconta in maniera passionale di come le persone che si amano possono decidere all’improvviso di lasciarsi, ma poi anche di tornare insieme. Lo definisce un brano di “speranza”. Lo stile retrò scelto per il Festival vuole essere un omaggio alla cinematografia italiana ed in particolare a Federico Fellini. Il megafono usato in alcuni passaggi della canzone e il grammofono presente durante l’esibizione, vogliono richiamare ed omaggiare il grande regista italiano. Il suo album “Cortometraggi” in uscita a fine Febbraio, sarà incentrato sullo stile scelto per il Festival.

Emma Marrone e Francesca Michielin

Emma, tornata in gara per la seconda volta al Festival di Sanremo esattamente dopo 11 anni dalla sua vittoria con il brano “Non è l’inferno”, ha proposto “Ogni volta è così” scritto da lei insieme a Davide Petrella e Dario Faini.  La sua canzone è un invito ad abbandonarsi liberamente senza temere giudizi e opinioni altrui che possano condizionare il proprio modo di essere. Un tema sempre portato avanti dall’artista pugliese che ne ha fatto un suo cavallo di battaglia.

La scelta dell’amica e collega Francesca Michielin alla direzione dell’orchestra ha voluto essere un omaggio alla cantante che si è cimentata alla direzione dei musicisti del Festival in maniera egregia. Francesca ha sottolineato come cambino le sensazioni sul palco in veste di cantante e in veste di direttrice d’orchestra. Emma non ha un album in uscita a breve me ha detto di avere tante idee in testa e che presto ci lavorerà.

 

error: Content is protected !!