Gianni Coscia Trio special guest Giorgio Li Calzi @ Arena Derthona Jazz

di Paola Dellagiovanna (testo) e Elia Cattaneo (foto)

L’alessandrino Gianni Coscia con il suo trio ha chiuso lunedì 19 luglio l’edizione 2021 di Arena Derthona jazz festival, accompagnato dal trombettista Giorgio Li Calzi, ospite d’eccezione. Sul palco in piazzetta dell’Annunziata a Tortona, location di questa rassegna estiva, si è tenuta una una vera Special Evening, non solo per l’assoluta novità della formazione, ma anche per la dedica che la città di Tortona ha fatto all’alessandrino Gianni Coscia, un virtuoso di fama mondiale della fisarmonica che quest’anno festeggia 90 anni. «Questa edizione è stata straordinaria – dice Charly Bergaglio ideatore e direttore del festival Arena Derthona –, sia per l’eccellenza di tutti gli artisti saliti sul palco che per il rapporto che si è instaurato con loro. Sono felicissimo per il tutto esaurito registrato ad ogni concerto anche se purtroppo, per le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria. Ho provato grandi emozioni. Voglio ringraziare la città di Tortona, la Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, gli sponsor di questa edizione e tutto il personale del teatro civico, dalla biglietteria alle maschere, per il lavoro svolto nell’organizzazione di questi tre concerti unici». La serata è stata impreziosita da due momenti importanti. Nel primo, il pittore Pietro Bisio di Casei Gerola ha donato una sua opera a Coscia, mentre nel secondo il Comune insieme ad Arena Derthona ed alla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, hanno premiato Coscia con una targa.




Danilo Rea, piano solo @ Arena Derthona Jazz

di Paola Dellagiovanna (testo) e Luigi Bloise (foto)

Mercoledì 14 luglio, per il festival “Arena Derthona” ideato e diretto da Charly Bergaglio, si è esibito in un concerto di piano solo, Danilo Rea, star dell’improvvisazione pianistica, genere che conosce un successo di pubblico crescente e non solo in ambito jazzistico. Numerose le sue collaborazioni con artisti statunitensi ma anche italiani che si sono susseguite negli anni. Pianista di fiducia di Mina, Claudio Baglioni e Pino Daniele, Rea ha collaborato occasionalmente con Domenico Modugno, Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante, Renato Zero, Gianni Morandi, Adriano Celentano e molti altri. A Tortona l’artista si era già esibito in duo, e sempre per Arena Derthona, insieme a Gino Paoli. Sulla sua esperienza nella musica, Rea ha dichiarato «Ogni artista è un mondo a parte, da ognuno ho imparato qualcosa. Quando sali sul palco apri cuore ed orecchie, cominci a dialogare con il musicista e plasmi la tua musica sulla sua. Alle volte accade che da un musicista che sulla carta reputi molto lontano dal tuo modo di suonare, arrivino delle idee che ti fanno suonare in un modo nuovo, e scopri che la diversità nell’improvvisazione può essere ulteriore creatività. Difficile dire con chi abbia avuto più affinità, forse in passato con Roberto Gatto, amico, coetaneo e grande batterista. Nel pop mi sono emozionato duettando dal vivo con Baglioni, Paoli, Mannoia e Servillo. Ognuno di loro mi ha dato emozioni diverse». Fra i progetti di Rea c’è un nuovo album di composizioni originali che probabilmente ospiterà vari artisti. La sua capacità di improvvisare brani noti e meno, ha stupito il pubblico presente in piazzetta dell’Annunziata. 




Chiara Civello e Rita Marcotulli Duo @ Arena Derthona Jazz

di Paola Dellagiovanna (testo) e Luigi Bloise (foto)

Il duo composto da Chiara Civello e Rita Marcotulli, si è esibito a Tortona, martedì 13 luglio alle 21.30, per l’edizione 2021 di “Arena Derthona” festival musicale ideato e diretto da Charly Bergaglio. Il duo inedito salito sul palco in piazzetta dell’Annunziata, era composto dalla cantante e polistrumentista Chiara Civello che vanta una carriera internazionale tra New York e il Brasile, costellata di dischi incisi per le più importanti etichette jazz mondiali, e da Rita Marcotulli, considerata una pianista unica per timbro, composizione e improvvisazione. La sua carriera, oltre al jazz d’avanguardia, la vede anche autrice di colonne sonore di film di successo. nel mese di marzo è uscito l’ultimo lavoro di Chiara Civello dal titolo “Eclipse” da lei descritto come «Un album di canzoni inedite scritte in collaborazione con alcuni dei cantautori che più apprezzo al momento tra cui Francesco Bianconi, Antonio Dimartino e Cristina Donà. Un disco prodotto da Marc Collin dei Nouvelle Vague che ha prodotto anche il mio prossimo album in uscita a novembre, in omaggio alla Chanson francese. In ogni disco cerco una nuova “prima volta”, un nuovo sogno e una nuova sfida. “Eclipse” ha realizzato il mio desiderio di fare un album “visuale”, pittorico, di “canzoni cinematiche”, canzoni in pellicola. In una soggettiva che potesse permettere a chi ascolta di viverle e di vederne la luce, le ombre, il chiaroscuro, i controluce. Da lì nasce anche la mia scelta di inserire delle cover legate al cinema Italiano. Antonioni, Piccioni, Sordi, Tenco, Salce, Morricone, e così questo mio nuovo ciclo si chiude e i miei vuoti si colorano». Nella serata le due artiste hanno proposto al pubblico un repertorio basato sulle loro affinità, che ha spaziato da Milton Nascimento a Michel Legrand, passando per Modugno e Randy Newman. Non sono mancati brani inediti che hanno affascinato il pubblico tortonese. 




Ritorna Arena Derthona con tre serate di grande jazz

Dopo un anno di pausa forzata a causa dell’emergenza sanitaria, Arena Derthona, il festival musicale ideato e diretto da Charly Bergaglio, ritorna con tre serate dedicate al grande jazz. I concerti – gratuiti – si terranno nella splendida cornice del Chiostro dell’Annunziata, in piazza Julia Dertona, dove sono previsti posti a sedere per 200 persone nel rispetto delle disposizioni di legge sul distanziamento. 

Ad aprire Arena Derthona jazz 2021, martedì 13 luglio, saranno Chiara Civello e Rita Marcotulli, un duo inedito composto dalla cantante e polistrumentista Chiara Civello, che vanta una carriera internazionale tra New York e il Brasile, costellata di dischi incisi per le più importanti etichette jazz mondiali, e da Rita Marcotulli, considerata una pianista unica per timbro, composizione e improvvisazione. La sua carriera, oltre al jazz d’avanguardia, la vede anche autrice di colonne sonore di film di successo.

Mercoledì 14 luglio, il palco sarà tutto di Danilo Rea, per un concerto di piano solo atteso da molti appassionati. Oggi Danilo Rea è una star dell’improvvisazione pianistica, un genere che conosce un successo di pubblico crescente, non solo in ambito jazzistico. “Io improvviso sempre durante i concerti, odio avere una scaletta” – dichiara Rea, quindi ogni recital è destinato a rimanere unico e irripetibile.

Lunedì 19 chiuderanno la rassegna Gianni Coscia e il suo Trio, con il trombettista Giorgio Li Calzi ospite d’eccezione. Si tratterà di una Special Evening non solo per l’assoluta novità della formazione, ma anche per la dedica che la città di Tortona vuole fare al nostro conterraneo Gianni Coscia, un virtuoso di fama mondiale della fisarmonica, che quest’anno festeggia i 90 anni. Giorgio Li Calzi è autore e strumentista eclettico, con una carriera che spazia dai numerosi dischi di elettronica, ai concerti con il gruppo di Tiziana Ghiglioni. Giorgio Li Calzi è anche il direttore artistico del Torino Jazz Festival e del Festival di Chamois. 

La Città di Tortona ha scelto come teatro degli eventi estivi 2021 il Chiostro dell’Annunziata e in calendario non poteva mancare il brand Arena Derthona, che negli ultimi dieci anni ha scritto pagine di spettacolo, portando a Tortona grandi star della musica italiana e internazionale il nome di Tortona in giro per il mondo. Arena Derthona Jazz 2021, rassegna voluta dal Sindaco Federico Chiodi con l’Amministrazione comunale tutta e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona e sostenuta da storici sponsor, vuole rappresentare l’inizio di una stagione nuova, con non poche sorprese già in scaletta.

A partire da mercoledì 30 giugno informazioni e prenotazioni alla biglietteria del Teatro Civico: 0131 820195 – ore 16,30-19,30.

 




Snarky Puppy @ Arena Derthona

di Gianluca Talento (foto)

Nenche la pioggia è riuscita a fermare il jazz ed il fusion degli Snarky Puppy. Il pubblico presente numeroso, nonostante il maltempo, ha gradito, partecipato ed interagito con la band di Brooklyn.
Arena Derthona chiude il suo decimo anno con un bilancio più che positivo, grazie ad un progetto ambizioso che ha ospitato grandi artisti e grazie al numeroso pubblico. Lo staff della rassegna ci dà appuntamento all’anno prossimo.
Ecco la photogallery dell’utima serata di quest’anno!

ngg_shortcode_0_placeholder




Ex-Otago @ Arena Derthona

di Gianluca Talento (foto)

Un concerto sincero ed energico che parla ai ragazzi di tutte le età. Un live anticipato da un’intervista con il frontman Maurizio Carucci definito “contadino pop”: musicista di professione e contadino per passione. Questo mix ha permesso di toccare temi importanti sulla valorizzazione del territorio con idee innovative. Una serata con tante sfaccettature da quella scientemente e velatamente tamarra, a quella introspettiva, intelligente e ricca di contenuti.
Ecco la photogallery!

ngg_shortcode_1_placeholder




Fiorella Mannoia @ Arena Derthona

di Gianluca Talento (foto)

Inizia sotto una buona stella la decima edizione della rassegna musicale Arena Derthona: Fiorella Mannoia. Intrattiene il suo pubblico, lo fa cantare, scende in platea e ringrazia anche i fotografi! Un’artista eccezionale accompagnata da splendidi musicisti. Ecco la photogallery!

ngg_shortcode_2_placeholder




Ron @ Arena Derthona

di Silvia Amato (testo) e Gianluca Talento (foto)

Venerdì 26 ottobre, al Teatro Civico di Tortona (Al), dopo il grande successo delle tappe estive, in scena Ron con Lucio!, spettacolo pensato in occasione del 75esimo anniversario della nascita.
La dimensione teatrale, acustica, connota fin da subito il concerto di un registro intimo e confidenziale, creando la suggestiva sensazione di ritrovare un Amico, raccontato da chi lo ha conosciuto bene.
Così, attraverso contributi video, inediti e non, in cui personaggi vari della musica e dello spettacolo, ci regalano un ricordo, un aneddoto, un episodio curioso, la figura di Lucio è presente, con tutta la sua magia.
Ron, amico e collaboratore di lunga data, si accosta con umiltà e commozione sincera alla grande ed inimitabile eredità artistica rimasta.
Racconto, ricordo, viaggio, si alternano e si snodano attraverso i capolavori di Lucio, alcuni scritti proprio a quattro mani: “Chissà se lo sai”, “Anima”, “4 marzo 1943”, “Il cielo”, “Tu non mi basti mai”.
Gli arrangiamenti esaltano la già elevata portata di alcuni brani, impreziosendoli: ad esempio, in nome del grande amore di Lucio per Napoli, chiari i richiami al folklore partenopeo, in “Piazza Grande” e “Canzone”.
Di diversa percezione, ma ugualmente evocativa, la versione di “Attenti al lupo”, con i 60 elementi dell’Orchestra di Budapest.
Ancora, “Henna”, “Futura”, “Cara”, “Stella di mare”, “Quale allegria”, “La casa in riva al mare”.
Immancabili anche “Anna e Marco”, “Le rondini” e “Se io fossi un angelo”, a ricordare il talento inusuale di descrivere e toccare le diverse declinazioni dell’animo umano, la natura ed il contesto socio-politico, giocando tra irriverenza, anticonformismo e rifiuto degli stereotipi.
Perle irrinunciabili, “Com’è profondo il mare”, primo testo in assoluto scritto da Lucio e “Almeno pensami”, donata dagli eredi a Claudio Baglioni in occasione dell’ultimo Festival di Sanremo, poi interpretata appunto da Ron e consacrata dal Premio della critica dedicato a Mia Martini.
Sul palco, al pianoforte Giuseppe Barbera, alle chitarre Roberto Di Virgilio ed Elsa Fressan al violoncello.
L’intero spettacolo è un’ottima esperienza da non intendersi come semplice e riduttiva opera commemorativa, ma un omaggio che rinforza e tramanda la costante presenza di Lucio.
Genio folle e divertente nella sua stravagante lucidità, ci lascia un messaggio su cui riflettere: “bisogna giocare per essere liberi. Bisogna sparire per rinascere di nuovo”.

ngg_shortcode_3_placeholder” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

 




Annalisa @ Arena Derthona 2018

di Silvia Amato (testo) e Gianluca Talento (foto)

“Voglio che sia un concerto allegro e che possiate divertirvi: cantate, ballate, fate ciò che volete in piena libertà!”

Venerdì 19 luglio 2018, Annalisa sul palco dell’Arena Derthona, ha mantenuto la promessa.

Un concerto ricco di brani del presente e del passato, a partire dall’ultimo singolo “Bye bye” a “Used to you/Potrei abituarmi”, da “Superare” a “Alice in blu”, a “Tutto per una ragione” (portata al successo con Benji e Fede). Ancora, “Se avessi un cuore”, “Diamante lei e luce lui”, “Direzione la vita” e la cover “Perfect illusion” di Lady Gaga.

I musicisti: Raffaele Littorio (chitarre), Andrea Torresani (basso e tastiere), Donald Renda (batteria), Fabio Visocchi (tastiere e piano).

ngg_shortcode_4_placeholder” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]